A CESARE CREMONINI LA CITTADINANZA ONORARIA DI MARATEA

IL CANTATUORE BOLOGNESE DIVENTA CITTADINO ONORARIO DI MARATEA PER LO STRETTO LEGAME CON MARATEA

È stato Cesare Cremonini l’ospite d’eccezione dell’ultima serata del Marateale – Premio internazionale Basilicata svoltosi a Maratea, all’Hotel Santavenere, e che ha ospitato prestigiosi artisti del mondo della tv, del cinema, della musica e dello spettacolo.

Al cantautore bolognese, il sindaco Daniele Stoppelli ha conferito la cittadinanza onoraria di Maratea “per il forte legame affettivo che intrattiene con la nostra città che non manca mai di sottolineare veicolando l’immagine di Maratea, promuovendola in tutta Italia. Per il profondo amore che prova per Maratea, dove ha scritto la canzone ‘Vorrei’ e di cui ampiamente parla nel libro ‘Le ali sotto ai piedi’, con infinita riconoscenza e ammirazione”.

Un momento molto sentito dal numeroso pubblico e che ha emozionante lo stesso Cremonini “Dedico questo riconoscimento a mio padre, è stato lui, a metà degli anni ’60 a comprare una piccola casa qui a Fiumicello – ha ricordato – e a creare i presupposti perché io potessi amare eternamente questo luogo e quindi vorrei dedicarlo a lui”. Tra aneddoti sulla sua carriera e racconti di momenti vissuti a Maratea, con unae una certezza per il suo futuro: “non so cosa farò fra 10 anni, ma di sicuro l’estate la passerò a Maratea”.

Non è un mistero l’amore che ha Cremonini per Maratea, qui, avrebbe composto diverse canzoni, ispirato dall’ambiente circostante. “Maratea è il luogo del mio cuore, capace di tenere insieme tutti i frammenti della mia vita – ha scritto il cantautore sui social – qui, mentre ero in vacanza con i miei genitori, scrissi ‘Vorrei’, la mia prima canzone. Avevo 15 anni”.