LE SPIAGGE

Con i suoi meravigliosi 32km di costa Maratea è l’unico sbocco sul mar Tirreno della Regione Basilicata. Dal confine Nord segnato dal maestoso Canale di Mezzanotte alla foce del fiume Noce, che segna il confine con la vicina Calabria, la costa è caratterizzata da una grande varietà paesaggistica e naturale.

Qui si trovano le spettacolari falesie di Acquafredda che cadono a picco sul mare, gli anfratti nascosti tra le rocce, le grotte emerse e sommerse e le piccole spiaggette che si incastonano alla perfezione in questo scenario unico. Il tutto immerso nel verde rigoglioso della macchia mediterranea.

Qui vi presentiamo un elenco delle spiagge che potrete incontrare scendendo da Nord a Sud lungo la costa, con una piccola descrizione che faciliterà la scelta sulla vostra spiaggia preferita.

Una delle spiagge più grandi della costa di Maratea, è delimitata a Nord da una spettacolare falesia che ospita l’omonima grotta e a Sud da una scogliera piatta. Il nome indica un luogo ricco di “angine”, ossìa ricci di mare.

La Luppa è un’ampia spiaggia sabbiosa situata in prossimità di Villa Nitti, storica residenza dello statista Francesco Saverio Nitti. L’accesso agevole e la bellezza dei fondali ne fanno una delle spiaggie più conosciute e frequentate di Maratea.

La spiaggia Grotta della Scala è una piccola insenatura di sabbia e ciottoli incastonata nella scogliera nei pressi di Villa Nitti. Prende il nome dalla grotta che si apre nei suoi pressi e vi si accede tramite una suggestiva scalinata.

Piccola spiaggetta situata in una caratteristica baia con vista sulla costa. Quasi al centro della baia affiora una polla di acqua dolce molto fresca proveniente da una sorgente sottomarina, da cui il nome della frazione di Acquafredda.

Entrambe le spiagge sono due piccoli arenili sabbiosi adiacenti e incastonati nella scogliera di Acquafredda, in vicinanza di una sorgente di acqua dolce. Raggiungibili via mare

La Renicedda, è un piccolo arenile composto prevalentemente da grossi ciottoli situato sotto l’abitato di Cersuta.

Localizzata in un’insenatura tra l’abitato di Cersuta e il promontorio della Torre Apprezzami l’Asino, la Rena del Nastro è una splendida spiaggia sabbiosa famosa per le tonalità verdi del suo fondale e per la grotta situata all’estremità Sud. Il sentiero per raggiungere la spiaggia non accessibile, quindi la spiaggia è raggiungibile solo via mare. Raggiungibile via mare

La spiaggia di Fiumicello, localizzata sotto l’abitato dell’omonima frazione, è una delle più grandi e belle della costa di Maratea. Si estende tra la punta dell’Ogliastro, su cui si aprono le grotte di Fiumicello. L’arenile è diviso in due tratti dal torrente che da il nome alla spiaggia e alla frazione. L’accesso estremamente agevole e la presenza di numerosi servizi la rendono una delle spiagge più frequentate della costa di Maratea.

Lungo arenile formato da grossi ciottoli bianchi raggiungibile dalla vicina spiaggia di Fiumicello. Il fondale è composto da numerosi scogli che affiorano a pelo sull’acqua.

E’una piccola spiaggia di ciottoli in prossimità della torre Santavenere posta sull’omonimo promontorio. Il fondale pieno di scogli dona a tutta la zona dei colori incantevoli.

Cala Tunnara è un lembo di ciottoli in località Maremorto, ossìa il tratto di costa tra il Porto e Fiumicello. A brevissima distanza si trova una vecchia e affascinante darsena, ricavata in un’insenatura rocciosa, oggi balneabile. L’accessibilità è garantita da una bella scalinata in pietra che attraversa una piccola e profumata pineta.

Funnicu Reggiu è una piccolissima spiaggia in località Filocaio e raggiungibile esclusivamente via mare.

La spiaggia d’I Vranne è una lungo tratto sabbioso accessibile solo via mare. I suoi fondali ospitano una vasta prateria di posidonia oceanica, che donano a tutta la zona dei colori unici visibili anche dalla cima del Monte San Biagio. All’estremità Sud dell’arenile si apre imponente la grotta di Giorgio.

La spiaggia di Cala Jannita, anche conosciuta come spiaggia Nera per la caratteristica colorazione della sua sabbia, è una delle più belle e famose spiagge di tutta la costa. Localizzata di fronte all’isola di Santo Janni, vi si accede tramite un bel sentiero che attraversa la fitta maccchia mediterranea. A partire da questa spiaggia è possibile raggiungere a nuoto la grotta della Sciabella che ospita al suo interno una piccola spiaggia.

La spiaggia d’Ilicini è un anfratto di rocce e ciottoli, da cui si scorge la punta della Matrella e Santo Janni. Alle sue spalle un bosco di lecci nani resi tali dall’azione della salsedine da il nome alla località e alla spiaggia. Cala Vecchia è una piccola spiaggia sabbiosa posta sul versante Sud dello stesso promontorio, all’interno di in una piccola baia. L’accesso ad entrambe le spiagge è reso agevole da un sentiero ben tracciato.

Cala Grande, o Cala di don Nicola, conosciuta comunemente come spiaggia del Macarro, dall’incantevole località retrostante, è tra le più belle e frequentate della costa di Maratea, aperta di fronte alla Secca della Jumenta, vi si accede percorrendo un sentiero che attraversa la macchia mediterranea.

E’ un piccolissimo accenno di sabbia circondato da scogli e anfratti rocciosi, accessibile via terra attraverso una scalinata installata sulla roccia. E localizzata in prossimità di punta del Dentice, nella frazione di Marina.

È un accenno di spiaggia posta in un’insenatura rocciosa a strapiombo sul mare, collocata affianco della spiaggia dei Sette Ponti.

E’ una spiaggia tanto piccola quanto suggestiva posta in prossimità del promontorio di Timpa Tenaglia. La superficie sabbiosa è spesso ricoperta da un ricco strato di posidonia oceanica, strappata dal mare dalla prateria che occupa i fondali delle sue acque.

Calaficarra è un grazioso arenile aperto tra splendide formazioni di roccia calcareo-dolomitica bianca. Sul fianco settentrionale della spiaggia si apre una piccola grotta, in cui è possibile immergersi e apprezzare i riflessi di luce sulla sua volta.

La spiaggia di Santa Teresa è la più ampia e frequentata spiaggia della frazione di Marina. Impreziosita da piccole grotte terrestri sul lato settentrionale e dal caratteristico scoglio del Falchetto, posto al centro dell’arenile. L’accesso alla spiaggia avviene mediante una scaletta che la collega al parcheggio retrostante.

Il Porticeddu è un accenno di sabbia ben protetta dalla scogliera circostante. Nei pressi di questa spiaggia si trova la grotta d’a Judia.

E’ un piccolo accenno di spiaggia nella baia tra punta Judia e punta Caina, dove si innalza l’omonima torre cinquecentesca.

La spiaggia di Sotto l’Orto è una striscia sabbiosa posta a sud della torre Caina e poco più a Nord della secca di Castrocucco. Si trova a valle di una fitta macchia boschiva.

La spiaggia della Secca di Castrocucco si colloca in uno dei più suggestivi angoli della costa di Maratea. E’ protetta dalle correnti marine dalla scogliera e da ‘u Tuppu, un isolotto ricoperto da piante di ginestra. Nei pressi della spiaggia si trova il Palazzo Baronale dei nobili Labanchi, con annessa cappella dedicata a San Gerardo. Sulla vetta retrostante la spiaggia svettano i ruderi del Castello di Castrocucco, antica fortezza medievale.

E’ la più grande spiaggia sabbiosa della costa di Maratea. Consiste in una lunga distesa di sabbia a valle della piana di Castrocucco che si incunea sotto le falde della Serra, creando una piccola baia che serve da ormeggio. Delimitata a Sud dal fiume Noce, che divide la Basilicata dalla Calabria, è tra le spiagge più frequentate della costa.